COSA C’E’ SCRITTO SULLA MIA BOLLETTA?

Il 2017 è stato un anno di cambiamenti per il mercato dell’energia elettrica e questo ha generato molta confusione nel consumatore finale. Per cercare di spiegare che cosa sta succedendo e soprattutto cosa succederà nei prossimi mesi, partiamo da cosa abbiamo letto sulla nostra bolletta della luce fino a qualche mese fa: Enel Servizio Elettrico S.p.A., più comunemente definita “Enel”. Da Gennaio 2017, cambia nome e diventa Servizio Elettrico Nazionale. Questa è, in realtà, una delle Società del Gruppo Enel e gestisce in Italia il “servizio di maggior tutela” per l’energia elettrica. Questo cambiamento risponde all’obbligo previsto dalla Delibera 296/2015/R/COM dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico (AEEGSI) che impone a tutte le società di vendita di energia elettrica, che operano sia nel mercato libero sia nel mercato della maggior tutela, di avere una denominazione sociale ed un marchio distinto. L’altra società del Gruppo Enel che opera nel mercato libero infatti prende il nome di Enel Energia.

PROSSIMA CHIUSURA DEL MERCATO DI MAGGIOR TUTELA

Con la prossima chiusura del mercato di maggior tutela, il mercato libero luce e gas presto sarà l’ unica opzione sia per i clienti domestici che per le piccole imprese.

COME SCEGLIERE IL GIUSTO FORNITORE E LE MIGLIORI OFFERTE LUCE E GAS?

Possiamo riassumere la ricerca in 4 punti:

1) Verificare il prezzo al chilowattora (€/kwh) della luce e al metro cubo del gas.

2) Analizzare la distribuzione dei consumi luce nell’ arco della giornata

3) Controllare quali sono le fasce orarie in cui consumiamo di più, ti aiuterà a scegliere se aderire ad una tariffa monoraria o bioraria.

ALTRI FATTORI DA ANALIZZARE NELLA SCELTA DEL FORNITORE LUCE E GAS

Qualità del servizio clienti.

La maggior parte fornitori luce e gas offrono assistenza ai clienti esclusivamente attraverso un call center dedicato oppure accedendo alla propria area personale sul sito internet del fornitore. Se preferisci il contatto diretto con un consulente e se devi fare operazioni frequenti, è preferibile piuttosto scegliere un operatore che abbia dei punti vendita nella propria zona.

Confrontare il prezzo.

Il prezzo dell’ energia e del gas all’ ingrosso ha un andamento variabile. Il mercato libero offre l’ opportunità di bloccare il prezzo per uno o più anni, proteggendo così il cliente da improvvisi aumenti di prezzo. E’ possibile eliminare alcune spese superflue scegliendo di pagare attraverso l’ addebito in conto corrente e richiedendo l’ invio della bolletta via mail anziché in copia cartacea. E’ bene ricordare che l’ unica voce della bolletta che ogni fornitore può variare è la spesa energia, sia luce che gas. Gli altri costi non possono essere modificati.

Cambiare fornitore luce e gas è gratis ed il passaggio avviene entro 60 giorni. Il nuovo fornitore luce e gas scelto si occuperà di comunicare il recesso al vecchio fornitore.

bolletta2.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *